Strategie Efficaci per Risolvere il Pignoramento del Conto Corrente

articolo a cura di:
Carmine Carlo
Carmine Carlo

pubblicazione:

PIGNORAMENTO del Conto Corrente Cosa Può Pignorare Agenzia delle Entrate Riscossione

Strategie Efficaci per Risolvere il Pignoramento del Conto Corrente

Le recenti azioni dell’Agenzia delle Entrate Riscossione stanno generando numerosi pignoramento del conto corrente a imprese/aziende, professionisti e privati. Se sei stato colpito, è fondamentale sapere come risolvere il problema. Ecco alcune strategie efficaci per gestire e superare questa situazione.

Strategie per Risolvere il Pignoramento del Conto Corrente

Rateizzazione del Debito

Una delle prime opzioni da considerare è la rateizzazione del debito. Se hai un pignoramento di 100.000 euro, ad esempio, puoi tentare di rateizzare questo importo. Tuttavia, se hai già rateizzato e sei decaduto dal piano precedente, non potrai rateizzare nuovamente lo stesso debito. Se la rateizzazione è possibile, ricorda che devi pagare la prima rata per far decadere il pignoramento e riottenere l’accesso alle somme sul conto corrente. È essenziale collaborare con la banca e fornire la documentazione necessaria.

Impugnazione del Debito

Se non puoi rateizzare, considera l’impugnazione del debito. Puoi farlo se ci sono vizi di prescrizione o errori nella notifica del debito che ha portato al pignoramento. Questa soluzione può portare alla riduzione o all’annullamento del pignoramento stesso.

Utilizzo del Codice della Crisi

Soluzioni del Codice della Crisi

Il nuovo Codice della Crisi offre diverse soluzioni avanzate per gestire il pignoramento del conto corrente:

  • Concordato minore
  • Liquidazione controllata
  • Composizione negoziata
  • Concordato preventivo
  • Accordo di ristrutturazione del debito

Questi strumenti non solo gestiscono il debito legato al pignoramento, ma possono anche includere debiti più ampi, come avvisi di accertamento recenti, debiti con fornitori e banche, anche quelli garantiti dal Medio Credito Centrale.

Vantaggi del Codice della Crisi

Il Codice della Crisi rappresenta una grande opportunità per professionisti e aziende con partita IVA. Permette di trattare non solo il debito del pignoramento ma anche altre passività significative, offrendo una vera possibilità di saldo e stralcio. Questo approccio può trasformare una situazione critica in una soluzione gestionale efficace.

Conclusioni

Se hai subito un pignoramento del conto corrente, non esitare a contattarci. Possiamo aiutarti a esplorare tutte le opzioni disponibili e trovare la soluzione migliore per la tua situazione. Ricorda, la gestione tempestiva e strategica è la chiave per superare questo problema.

Prendi in mano la situazione e proteggi i tuoi interessi finanziari oggi stesso!
CFI – Crisi Fiscale d’Impresa è al tuo fianco da oltre 20 anni, al punto da essere stata copertina Forbes nel 2022 ed Eccellenza del Legal nell’assistenza a imprenditori per la gestione della Crisi d’Impresa, fornendo supporto specializzato a imprenditori e professionisti con debiti maggiori di 100, 200, 500 mila e 1 milione di euro, nel compito di navigare le acque tumultuose della crisi fiscale. Con un approccio basato sulla conoscenza approfondita del Nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, aggiornato a luglio 2024 e per il quale abbiamo fissato un corso di formazione per avvocati, CFI ti offre le chiavi per una gestione strategica del debito, mirando all’abbattimento sostanziale dell’importo dovuto e alla definizione di piani di pagamento sostenibili. Si parla di un abbattimento del debito del 70-80% dopo aver impugnato le cartelle e della possibilità di pagare il restante 20-30% in 4 o 5 anni.