[-6] Sto già pagando il debito, cosa accade se aderisco alla Rottamazione Quater?

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Sto già pagando il debito, cosa accade se aderisco alla Rottamazione Quater

L’ultimo giorno utile si avvicina, il 30 giugno, data ultima per presentare la domanda di adesione alla Rottamazione Quater è alle porte.

Si stringono i tempi, quindi, ma sono tante le domande che arrivano ai nostri Difensori Patrimoniali. Tra queste, prima di confermarti che la nuova Rottamazione di è un’opportunità concreta per imprenditori e professionisti di fare pace con il debito andando ad abbatterlo del 30-35%, ci chiedono cosa succede se un imprenditore ha già pagato una parte del mio debito prima di aderire.

Vogliamo ricordarti che a questo link avrai l’opportunità di accedere gratis all’Intelligenza Artificiale dedicata alla Rottamazione Quater che risponde a tutte le tue domande sull’argomento. L’abbiamo istruita allo scopo di esserti sempre più di supporto e non lasciarti incorrere in errori di compilazione.

Ricorda che al form cliccando qui puoi metterti in contatto con un nostro professionista.

Sto già pagando il debito, cosa accade se aderisco alla Rottamazione Quater?

Diciamo subito che se hai già effettuato dei pagamenti per saldare una parte del tuo debito prima di aderire alla Rottamazione Quater, tali pagamenti vengono presi in considerazione. Il processo di definizione agevolata riguarda l’intero importo del debito, includendo sanzioni, interessi ed aggio.

Quindi, i pagamenti che hai già effettuato prima di aderire alla rottamazione verranno sottratti dall’importo totale dovuto.

Per esempio, supponiamo che tu abbia un debito originale di 150.000 euro, con sanzioni, interessi ed aggio che ammontano a 50.000 europortando il debito totale a 100.000 euro. Se hai già pagato 20.000 euro di questo debito, al momento dell’adesione alla Rottamazione Quaterl’importo che dovrai pagare sarà di 80.000 euro (100.000 euro – 20.000 euro).

Quindi, se decidi di aderire alla Rottamazione Quater, pagherai solamente la differenza tra l’importo totale dovuto e quanto hai già pagato.

Alternative da valutare per gli imprenditori

Con la Rottamazione quater il contribuente può estinguere i debiti iscritti a ruolo senza corrispondere le somme affidate all’Agente della riscossione a titolo di interessi e sanzioni, interessi di mora, nonché l’aggio. Per beneficiare di questo aiuto fiscale è necessario però chiedere al fisco di aderire: in sostanza si deve inviare istanza di adesione all’Agenzia entrate. E lo si fa online.

Per avere una panoramica e capire bene tutte le possibilità di tregua fiscale introdotte nel 2023 si consiglia di rivolgersi a un professionista per capire bene quali debiti si possono chiudere e con quali agevolazioni.

Prima abbiamo parlato di un risparmio variabile medio dal 30-35% con la Rottamazione Quater. Lo stesso, però, dopo aver impugnato le cartelle esattoriali, può anche andare oltre l’80%. Successivamente all’impugnazione delle cartelle esattoriali, se il tuo debito è maggiore di 500mila euro potrai portare il risparmio all’80% grazie all’aiuto di un team specializzato che ti permetterà di sfruttare il nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza. Con esso, quindi: riduzione del debito dell’80% e pagamento del restante 20% in 4 o 5 anni.

Clicca sul form sotto per maggiori informazioni.