Riduci il Debito Fiscale: Crisi Fiscale d’Impresa in partnership con Codacons

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Riduci il Debito Fiscale del 70-80-

Riduci il Debito Fiscale: Carlo Carmine annuncia la partner di CFI – Crisi Fiscale d’Impresa con Codacons 

Nel primo semestre 2023 in Italia l’indebitamento è aumentato dell’11,8%. Per l’Agenzia delle Entrate il debito da recuperare è pari a 1000 miliardi di euro

Riduci il Debito Fiscale, Carlo Carmine: “La crisi fiscale colpisce molte aziende”

Il dr. Carlo Carmine, presidente di CFI – Crisi Fiscale d’Impresa, allo scopo di essere ancora più prossimi ai contribuenti, ai professionisti partite iva e agli imprenditori, annuncia l’accordo con Codacons Emilia Romagna nella ricerca delle soluzioni alle situazioni debitorie degli italiani.

Intervenendo su Economy, Carlo Carmine afferma: «La crisi fiscale è una realtà che sta colpendo duramente molte imprese in Italia. Siamo determinati a offrire soluzioni innovative per aiutare le aziende e gli imprenditori a superare queste difficoltà e a tornare a prosperare, applicando il nuovo codice della crisi e dell’insolvenza. Grazie ad esso, è possibile ridurre del 70-80% il proprio debito fiscale dopo aver impugnato le cartelle esattoriali e pagare il restante 20-30% nell’arco di 4 o 5 anni. A permetterlo sono istituti come gli Accordi Ristrutturazione dei debiti e i concordati preventivi con la transazione fiscale. CFI – Crisi Fiscale d’Impresa aiuta gli imprenditori a risolvere anche singole posizioni debitorie e atti emessi da Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) come inviti a comparire, avvisi bonari, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche, pignoramenti e intimazioni di pagamento».

Codacons avvia due importanti collaborazioni per aiutare cittadini e imprese indebitate. L’associazione per la tutela dei consumatori e utenti, stringe questa partnership per reagire alla difficile congiuntura economica dell’Italia.

Imprese indebitate, il Codacons sigla due partnership

Nel primo semestre 2023, l’indebitamento è aumentato dell’11,8%, secondo Crif. L’Agenzia delle Entrate indica un debito di oltre 1000 miliardi di euro da recuperare. Per questo motivo il Codacons Emilia Romagna ha scelto di collaborare con Sos Federazione Nazionale e CFI– Crisi Fiscale d’Impresa, esperti legali e patrimoniali. Lo scopo è aiutare cittadini e imprese in difficoltà finanziarie. La partnership mira a fornire assistenza su tutto il territorio nazionale con competenza, trasparenza e affidabilità, dimostrando impegno nel fornire aiuto concreto.

In Italia cresce il debito nel primo semestre

«Siamo tra le associazioni più famose a livello nazionale ed attive in sede giudiziale a tutela dei diritti di utenti e consumatori e ci siamo impegnati a collaborare con Sos Federazione Nazionale e CFI-Crisi Fiscale d’Impresa per affrontare questa sfida cruciale su tutto il territorio nazionale», ha dichiarato l’avv. Bruno Barbieri, presidente Codacons Emilia Romagna. «Ogni cittadino e impresa italiana in difficoltà merita una possibilità di liberarsi legalmente dai debiti, grazie alle norme sul sovraindebitamento e al Codice della Crisi che permettono di abbattere il debito accumulato nei confronti dell’Erario, delle banche, delle finanziarie e dei fornitori in una misura che può arrivare al 90% e, in taluni casi espressamente previsti dalla Legge (in questo caso specifico solo i soggetti  privati per una sola volta nell’arco della propria vita)  fino  del 100%  del monte debiti, pagando solo i costi di procedura e riottenendo in questo modo con provvedimento del Tribunale una seconda chance per il futuro».

Codice della crisi e dell’insolvenza, un quadro d’insieme

Il nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza offre alle imprese in difficoltà una serie di opportunità per ridurre il proprio debito fiscale dopo averlo impugnato. Grazie ad esso, ad esempio, è possibile ridurre il debito fino al 70-80%, pagando il restante 20-30% in 4 o 5 anni.

Riduci adesso il tuo Sebito Fiscale