Phishing Fiscale e Tentativi di Truffa ai Danni dei Contribuenti – Intervista esclusiva a Radio Dream On Fly

articolo a cura di:
Giovanni Milanesio
Giovanni Milanesio

pubblicazione:

Blog CFI - Tentativi di Truffa ai Danni dei Contribuenti

Phishing Fiscale e Tentativi di Truffa ai Danni dei Contribuenti – Intervista esclusiva a Radio Dream On Fly

In un’intervista esclusiva a Radio Dream On Fly con la responsabile del team di Riscossione dello studio legale CFI – Crisi Fiscale di Impresa, Claudia Patrone, abbiamo esaminato da vicino il fenomeno del phishing fiscale e le sue implicazioni per imprenditori e professionisti.

Il Phishing Fiscale: Cos’è e Come Funziona

Il phishing fiscale è una forma di truffa informatica in cui vengono inviate email contraffatte con l’obiettivo di ottenere informazioni sensibili, come dati bancari o credenziali di accesso. Queste comunicazioni fraudolente fingono spesso di essere state inviate da Agenzia delle Entrate Riscossione. Il tentativo è quello di indurre le vittime a compiere azioni dannose per la propria sicurezza finanziaria.

Le Tattiche Utilizzate dai Truffatori

Nell’intervista, l’avvocato ha sottolineato le varie tattiche utilizzate dai truffatori per ingannare i contribuenti. Si tratta spesso di email che promettono rimborsi fiscali o avvisano di presunte irregolarità nei pagamenti, chiedendo alle vittime di compilare moduli con dati sensibili. È fondamentale riconoscere i segnali di allarme, come indirizzi email sospetti, errori grammaticali e richieste di informazioni personali.

L’Importanza della Consapevolezza e della Prevenzione

Claudia Patrone ha sottolineato l’importanza della consapevolezza e della prevenzione nel contrastare il phishing fiscale. Gli imprenditori e i professionisti devono essere informati sui rischi e adottare pratiche di sicurezza online, come verificare l’autenticità delle comunicazioni e non condividere mai dati sensibili tramite email non verificate.

Prossima Puntata di Tax Show Live

Non perdere la prossima puntata di Tax Show Live, dove approfondiremo ulteriormente questo argomento e altri temi fiscali di interesse per imprenditori e professionisti, assieme a Carlo Carmine, Simone Forte e a tanti altri ospiti.

Conclusioni

Il phishing fiscale rappresenta una minaccia significativa per i contribuenti, ma con la giusta consapevolezza e precauzione, è possibile proteggersi dai suoi effetti dannosi. Se hai domande o dubbi su come proteggere la tua attività dalle truffe fiscali, contatta lo studio legale CFI – Crisi Fiscale di Impresa per assistenza e consulenza specializzata.

CFI – Crisi Fiscale d’Impresa è al tuo fianco da oltre 20 anni, al punto da essere stata copertina Forbes nel 2022 ed Eccellenza del Legal nell’assistenza a imprenditori per la gestione della Crisi d’Impresa, fornendo supporto specializzato a imprenditori e professionisti con debiti maggiori di 100, 200, 500 mila e 1 milione di euro, nel compito di navigare le acque tumultuose della crisi fiscale. Con un approccio basato sulla conoscenza approfondita del Nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, aggiornato a luglio 2024 e per il quale abbiamo fissato un corso di formazione per avvocati, CFI ti offre le chiavi per una gestione strategica del debito, mirando all’abbattimento sostanziale dell’importo dovuto e alla definizione di piani di pagamento sostenibili. Si parla di un abbattimento del debito del 70-80% dopo aver impugnato le cartelle e della possibilità di pagare il restante 20-30% in 4 o 5 anni.

 

Scopri come abbattere il tuo debito fiscale del 70-80%