Novità nello Statuto dei Diritti del Contribuente e Riforma Fiscale

articolo a cura di:
Claudia Patrone
Claudia Patrone

pubblicazione:

 Novità nello Statuto dei Diritti del Contribuente e Riforma Fiscale

 Novità nello Statuto dei Diritti del Contribuente e Riforma Fiscale

In un contesto di continui aggiornamenti normativi, la Legge 111/2023 di delega al Governo per la Riforma Fiscale introduce importanti novità riguardanti lo Statuto dei diritti del contribuente. Per approfondire l’argomento, abbiamo intervistato l’Avv. Stefano Cazzato, membro del Team Legale dell’Avv. Simone Forte e del Dott. Carlo Carmine, fondatori di CFI – Crisi Fiscale D’Impresa.

Statuto dei Diritti del Contribuente e Riforma Fiscale: cosa sapere 

1) Lo Statuto dei Diritti del Contribuente: Fondamenti e Principi L’Avv. Cazzato inizia l’intervista illustrando la natura e la storia dello Statuto dei diritti del contribuente, sottolineando come esso dia attuazione ai principi di democraticità e trasparenza del sistema impositivo. Spiega che lo Statuto garantisce ai contribuenti strumenti di tutela e di garanzia nei confronti dell’amministrazione finanziaria e introduce la figura del Garante del contribuente.

2) Le Novità della Delega Fiscale La recente riforma ha introdotto modifiche significative allo Statuto, come spiega l’Avv. Cazzato. Il decreto legislativo enfatizza il principio del contraddittorio e dell’accesso alla documentazione tributaria, ribadisce il divieto del ne bis in idem e l’autotutela, e modifica il regime dell’annullabilità dei provvedimenti emessi in violazione dell’obbligo di contraddittorio.

3) Interventi Specifici della Nuova Normativa L’intervista si conclude con un’esplorazione delle specifiche modifiche apportate dal testo legislativo. Queste includono la nuova disciplina dei vizi degli atti dell’amministrazione finanziaria, con particolare attenzione all’annullabilità e alla nullità, oltre all’estensione dell’obbligo di conservazione decennale della documentazione tributaria.

L’intervista con l’Avv. Stefano Cazzato getta luce sulle complesse ma cruciali modifiche apportate allo Statuto dei diritti del contribuente. Queste novità rappresentano passi significativi nella garanzia di maggiore giustizia e trasparenza nel rapporto tra Fisco e cittadini.

Codice della crisi e dell’insolvenza, un quadro d’insieme

Il nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza offre alle imprese in difficoltà una serie di opportunità per ridurre il proprio debito fiscale dopo averlo impugnato. Grazie ad esso, ad esempio, è possibile ridurre il debito fino al 70-80%, pagando il restante 20-30% in 4 o 5 anni.

Risolvi il Debito Fiscale