Novità 2024 Contenzioso Tributario: cosa cambia per gli addetti ai lavori (e non solo)

articolo a cura di:
Claudia Patrone
Claudia Patrone

pubblicazione:

Novità 2024 Contenzioso Tributario

Novità 2024 Contenzioso Tributario: cosa cambia per gli addetti ai lavori (e non solo)

L’anno si è aperto con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legislativo n. 220 del 30 dicembre 2023, attuativo della Riforma Fiscale nel contenzioso tributario.

Volontà del Governo è stata soprattutto quella di ampliare e potenziare l’informatizzazione della giustizia tributaria. Ciò rende la normativa processuale sempre più funzionale alla digitalizzazione completa del processo tributario.

Ma vediamo più nel dettaglio con cosa si dovranno cimentare gli addetti ai lavori.

Per rendere il procedimento più snello ed evitare pagine e pagine di scritti, gli atti processuali, i verbali di causa e i provvedimenti giurisdizionali dovranno obbligatoriamente essere redatti utilizzando modelli predefiniti.

Per quanto riguarda le udienze, anche una sola delle parti potrà richiedere la discussione della causa da remoto. Si proceverà quindi notificando l’istanza alle altre parti e restando fermo comunque il diritto delle altre parti di partecipare in presenza.

Novità 2024 Contenzioso Tributario: alcune novità

La novità normativa ha rafforzato il divieto di produrre nuovi documenti nei gradi processuali successivi al primo (appello e Cassazione), così se l’agente della riscossione o l’ente non ha fornito la prova della notifica di un atto in primo grado, non potrà sanare questa mancanza nel successivo.

Inoltre, se la Corte di Giustizia Tributaria ha ingiustamente respinto la richiesta di sospensione della cartella di pagamento o dell’intimazione di pagamento, oggi è possibile impugnare l’ordinanza e ottenere la possibilità che non segua l’azione esecutiva da parte del fisco fino all’emissione della sentenza.

Altro aspetto importante riguarda le spese di giudizio. La compensazione delle spese, che non comporta nessun ulteriore aggravio per nessuna delle parti del giudizio, oltre che in caso di soccombenza reciproca e quando ricorrano gravi ed eccezionali ragioni, è stata prevista anche nel caso in cui una delle parti è risultata vittoriosa sulla base di documenti decisivi che quest’ultima ha prodotto solo nel corso del giudizio.

Tantissime sono quindi le novità del contenzioso tributario e sempre più necessaria è l’assistenza da parte di un professionista che tuteli i tuoi diritti.

Novità 2024 Contenzioso Tributario: il Corso Pratico per Avvocati

Al fianco degli imprenditori da oltre 20 anni, abbiamo fissato per il prossimo 23-24 febbraio 2024, un corso Tecnico-Pratico per avvocati, disponibile sia a Milano che su Zoom. I dettagli a questo link.

Codice della crisi e dell’insolvenza, un quadro d’insieme

Il nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza offre alle imprese in difficoltà una serie di opportunità per ridurre il proprio debito fiscale dopo averlo impugnato. Grazie ad esso, ad esempio, è possibile ridurre il debito fino al 70-80%, pagando il restante 20-30% in 4 o 5 anni.

Scopri il Corso di Specializzazione in Contenzioso Tributario e nel Codice della Crisi e dell'Insolvenza per Avvocati