L’Ipoteca sull’Immobile: Come Comprendere e Affrontare le Implicazioni Giuridiche

articolo a cura di:
Concetta Bonanno
Concetta Bonanno

pubblicazione:

L'ipoteca sull'immobile: Come comprendere e affrontare le implicazioni giuridiche

L’Ipoteca iscritta su un proprio bene immobile

Quando un’ipoteca è iscritta su un bene immobile, rappresenta un diritto reale di garanzia a tutela del credito. Scopriamo insieme cosa comporta questo vincolo legale.

Cos’è un’ipoteca, quali sono i suoi scopi, i vari tipi di ipoteca

L’ipoteca è una garanzia cautelare che formalizza legalmente la sicurezza di un credito. Generalmente, l’oggetto di un’ipoteca è un immobile e il suo scopo principale è proteggere il creditore nel caso di insolvenza del debitore.

Esistono tre tipi di ipoteca rispetto al codice civile: legale, giudiziale, volontaria. Nella pratica, tuttavia, il diritto di ipoteca rimane unico. In particolare, l’ipoteca giudiziale viene costituita tramite un provvedimento delle autorità giudiziarie, quando c’è una condanna al pagamento di una somma o un’altra obbligazione.

Un caso di successo: la difesa contro un’ipoteca di un immobile ingiustificata

Un nostro cliente, con ricorso alla Corte di Giustizia Tributaria di Messina, ha ottenuto l’annullamento di un’ipoteca iscritta sul suo immobile. La Corte ha rilevato che i procedimenti di recapito non erano stati correttamente eseguiti, poiché le raccomandate erano state restituite al mittente senza la consegna al destinatario.

La Corte ha concluso che non era stata provata l’invio e la ricezione delle comunicazioni di avvenuto deposito, necessarie per una notificazione legittima. Di conseguenza, l’impugnazione è stata accolta e l’iscrizione ipotecaria annullata.

 

Una Soluzione concreta al problema

CFI – Crisi Fiscale d’Impresa è al tuo fianco da oltre 20 anni, al punto da essere stata copertina Forbes nel 2022 ed Eccellenza del Legal nell’assistenza a imprenditori per la gestione della Crisi d’Impresa, fornendo supporto specializzato a imprenditori e professionisti con debiti maggiori di 100, 200, 500 mila e 1 milione di euro, nel compito di navigare le acque tumultuose della crisi fiscale. Con un approccio basato sulla conoscenza approfondita del Nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, aggiornato a luglio 2024 e per il quale abbiamo fissato un corso di formazione per avvocati, CFI ti offre le chiavi per una gestione strategica del debito, mirando all’abbattimento sostanziale dell’importo dovuto e alla definizione di piani di pagamento sostenibili. Si parla di un abbattimento del debito del 70-80% dopo aver impugnato le cartelle e della possibilità di pagare il restante 20-30% in 4 o 5 anni.

Gestisci e Abbatti il Debito del 70-80%