Le aziende battono il Fisco 1 volta su 2: pubblicato il Report del MEF

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Le aziende battono il Fisco 1 volta su 2: pubblicato il Report del MEF

Le aziende battono il Fisco parzialmente o totalmente 1 volta su 2. Il report sul Contenzioso Tributario 2023 mostra come un terzo delle cause contro il Fisco si conclude con la vittoria da parte delle aziende italiane già in primo grado. A questo, si aggiunge una percentuale di cause che si conclude favorevolmente in secondo grado, portando ad alla conclusione di riuscire a vincere la causa contro il Fisco 1 volta su 2, in maniera parziale o totale.

Ma le buone notizie per gli imprenditori non finiscono qua. Grazie alle novità introdotte dal Codice della Crisi e dell’Insolvenza, infatti, le possibilità di risolvere le proprie posizioni debitorie con Fisco, Banche e Fornitori sono ancora più elevate e potrebbero portare all’abbattimento del debito, grazie appunto agli strumenti del nuovo codice, del 60-70% con la possibilità di pagare il restante 30-40% dilazionato fino a 10 anni.

Dati Salienti dalla Relazione MEF 2023

Circa il 29% delle cause si conclude a favore del contribuente, evidenziando inefficienze nei processi dell’Agenzia delle Entrate. Nel primo trimestre 2024, il 28,32% delle controversie in primo grado e il 25,22% in secondo grado sono state risolte favorevolmente per il contribuente. 

Il tempo medio di risoluzione presso le Corti di Giustizia Tributarie nel 2023 è stato di 429 giorni per il primo grado e di 968 giorni per il secondo grado. Iniziare tempestivamente il processo di ricorso è quindi cruciale. 

Fare ricorso contro un debito fiscale è vantaggioso: un imprenditore su tre vince già in primo grado. Contestare le decisioni fiscali tempestivamente può portare a benefici concreti e sostanziali.

Conclusione

È evidente la necessità di un intervento strutturale per migliorare il sistema fiscale italiano, rendendolo più giusto ed efficiente. La recente limitazione alla difesa preventiva tramite estratto di ruolo è una restrizione significativa che va affrontata.

CFI – Crisi Fiscale d’Impresa è al tuo fianco da oltre 20 anni, al punto da essere stata copertina Forbes nel 2022 ed Eccellenza del Legal nell’assistenza a imprenditori per la gestione della Crisi d’Impresa, fornendo supporto specializzato a imprenditori e professionisti con debiti maggiori di 100, 200, 500 mila e 1 milione di euro, nel compito di navigare le acque tumultuose della crisi fiscale. Con un approccio basato sulla conoscenza approfondita del Nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, aggiornato a luglio 2024 e per il quale abbiamo fissato un corso di formazione per avvocati, CFI ti offre le chiavi per una gestione strategica del debito, mirando all’abbattimento sostanziale dell’importo dovuto e alla definizione di piani di pagamento sostenibili. Grazie agli strumenti del nuovo Codice della Crisi e dell’insolvenza, inoltre, si può ottenere un abbattimento del debito del 70-80% dopo averlo impugnato.

Gestisci e Risolvi la Crisi d'Impresa