Fermo amministrativo veicoli: tutte le regole da conoscere

articolo a cura di:
Elisa Bidoglia
Elisa Bidoglia

pubblicazione:

Fermo amministrativo veicol

Fermo amministrativo veicoli: tutte le regole da conoscere

Il post rottamazione quater è diventato un vortice di atti per gli imprenditori come le intimazioni di pagamento e le notifiche di preavvisi di fermo amministratico. Quest’ultimo è un atto da non prendere mai sottogamba perché potrebbe davvero portare l’azienda in serie difficoltà.

In questo articolo andiamo in dettaglio sull’argomento.

Prima di vedere quali sono i casi in cui l’Agenzia delle Riscossione attiva il fermo amministrativo capiamo di che cosa si tratta.

Il Fermo amministrativo (legge art. 86, comma 1, DPR n. 602/73) è un atto formale che blocca l’utilizzo di una vettura, tramite iscrizione del fermo amministrativo nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA), fino a quando il proprietario non provvede ad estinguere un determinato debito con l’erario. 

In particolare, viene attivato da un Agente della Riscossione per garantire un credito che si riferisce al mancato pagamento di tributi o tasse (ad esempio IVA, IRPEF e Bollo auto) oppure di sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada.

Detto fermo amministrativo viene attivato nei casi in cui: 

  1. non si è pagata una cartella
  2. non è stata richiesta la rateizzazione;
  3. non è intervenuto un provvedimento di sospensione o annullamento del debito.

Prima di procedere viene inviato un preavviso per consentire di regolarizzare la propria posizione. 

Trascorsi 30 giorni dalla notifica del preavviso di fermo, qualora il debitore non si fosse attivato per richiedere la rateizzazione o abbia provveduto al pagamento delle somme dovute, si procede con l’iscrizione del fermo amministrativo al PRA e fino a quando non viene saldato il debito, è sanzionato l’uso del veicolo. 

In caso di rateizzazione o definizione agevolata di tutte le somme dovute, dopo l’integrale e tempestivo pagamento della prima rata è prevista la sospensione del fermo.

Quando il debito viene integralmente pagato, l’Agenzia delle entrate-Riscossione trasmette telematicamente il provvedimento di cancellazione al PRA

Il contribuente, quindi, non deve presentare alcuna istanza

Fermo amministrativo veicoli, cosa accade in caso di sgravio

In caso di sgravio del debito da parte dell’ente creditore, la revoca del fermo viene disposta d’ufficio.

Situazione differente se trattasi di auto di lavoro o di auto per trasporto di persone diversamente abili.

Nel primo caso non viene iscritto nessun fermo amministrativo se dimostri, entro 30 giorni dal ricevimento del preavviso di iscrizione, che il veicolo è strumentale all’attività di impresa o della professione esercitata. 

Occorre presentare agli sportelli oppure inviare a mezzo raccomandata A/R il modello F2 “Istanza di annullamento preavviso fermo bene strumentale”, allegando la documentazione necessaria per attestare la strumentalità del veicolo. 

SCARICA QUI IL MODELLO F2

Nel secondo caso, invece, l’Agenzia delle entrate-Riscossione non procede all’iscrizione del fermo amministrativo per i veicoli adibiti o destinati ad uso di persone diversamente abili e, laddove il fermo risultasse già iscritto, provvede alla sua cancellazione. 

Anche in questo caso occorre presentare agli sportelli oppure inviare a mezzo raccomandata A/R il modello F3 “Istanza di annullamento preavviso-cancellazione fermo bene ad uso persona diversamente abile”, allegando la documentazione necessaria per attestare l’utilizzo del veicolo per il trasporto di persone diversamente abili.

SCARICA QUI IL MODELLO F3

IMPRENDITORE, RICORDA CHE LA SOLUZIONE AL DEBITO FISCALE ESISTE!

Impugnando l’atto ricevuto puoi abbattere lo stesso debito.

Inoltre, se il debito è maggiore di 500mila euro esistono strumenti che, in modo legale, pratico e concreto. Puoi farlo dopo aver impugnato le cartelle esattoriali o gli atti, ti permettono di abbattere il debito fiscale e del 70-80% e farti pagare il restante 20-30% in 4-5 anni.

Ecco un articolo al riguardo:

Risolvi il Debito Fiscale e sblocca le Ganasce Fiscali