Fermo Amministrativo: Demolizione o Rottamazione del Veicolo

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Fermo Amministrativo Demolizione o Rottamazione del Veicolo e la Strategia di Recupero Crediti

Fermo Amministrativo: Demolizione o Rottamazione del Veicolo. Circolare ACI prot. 11454 del 16 Settembre 2009

Il fermo amministrativo (disciplinato dall’Art. 86 del D.P.R. n. 602/1973) è un provvedimento che influisce considerevolmente sul destino di un veicolo. In questo articolo, esaminiamo le limitazioni relative alla demolizione o rottamazione di un veicolo sottoposto a fermo amministrativo, evidenziando il motivo sottostante di questa regolamentazione: spingere il contribuente a saldare il debito.

Demolizione o Rottamazione di un Veicolo in Fermo: È Possibile?

La legge impedisce la demolizione, rottamazione o radiazione di un veicolo gravato da un fermo amministrativo fiscale, poiché il veicolo continua a essere soggetto alla tassa di proprietà (bollo) e rappresenta un asset per il recupero del credito. La circolare ACI prot. 11454 del 16 Settembre 2009 stabilisce che l’unica eccezione è per i veicoli che hanno subito danni ingenti o che sono stati distrutti​​.

Motivazione Sottostante: Incoraggiare il Saldo del Debito

Il divieto di demolire o rottamare un veicolo in fermo amministrativo è inteso come una misura per incentivare il contribuente a saldare il proprio debito con l’Erario. Mantenendo il veicolo come asset soggetto a fermo, le autorità fiscali mantengono un mezzo di pressione per il recupero del credito.

Processo di Demolizione in Casi Eccezionali

Nonostante il divieto generale, in casi eccezionali come danni ingenti o distruzione del veicolo, la demolizione può essere ammessa. Tuttavia, è necessario ottenere una dichiarazione dalle autorità competenti che confermi tali circostanze​​.

Fermo Amministrativo Demolizione o Rottamazione: Cosa Fare se Si Possiede un Veicolo in Fermo

Se si possiede un veicolo sottoposto a fermo amministrativo, è importante considerare le opzioni disponibili, come la rateizzazione del debito, per risolvere la situazione e potenzialmente liberare il veicolo dal fermo.

Conclusione

Il fermo amministrativo limita le opzioni di gestione di un veicolo, servendo come strumento di pressione per il recupero dei crediti. Conoscere le normative e le procedure specifiche è cruciale per affrontare efficacemente questa situazione. Per una consulenza dettagliata e assistenza legale, si consiglia di rivolgersi a un professionista qualificato come quelli di CFI – Crisi Fiscale d’Impresa.

Ricorda che Gestire il debito fiscale è fondamentale per cui è sempre opportuno partire da una concreta analisi del debito per comprendere se sia possibile, attraverso gli strumenti del nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, abbatterlo del 70-80% e pagare il restante 20-30% in 4-5 anni dopo averlo impugnato.

>> Circolare ACI prot. 11454 del 16 Settembre 2009 – Divieto di radiazione per i veicoli gravati da fermo amministrativo <<

Risolvi con il Fisco