Evitare i Pignoramenti del Conto Corrente in Caso di Debiti con il Fisco [Come fare – Parte 1]

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Evitare i Pignoramenti del Conto Corrente

Nel complesso panorama fiscale italiano, i contribuenti, i professionisti/partita iva e gli imprenditori si trovano spesso a fronteggiare situazioni difficili, soprattutto quando si tratta di debiti con l’Agenzia delle Entrate. Una delle preoccupazioni maggiori riguarda il rischio di pignoramenti del conto corrente

Per questo è sempre importante affidarsi a professionisti specializzati ed esperti per risolvere le proprie posizioni debitorie.

Ciò vale ancor di più considerando il valore, la complessità agli occhi di inesperti e le tante opportunità legate al nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza che permette l’abbattimento del debito fiscale del 70/80% con la possibilità di pagare il restante 20/30% in 4-5 anni.

La “fine” della Rottamazione Quater e le Sue Conseguenze

Molti contribuenti hanno aderito alla rottamazione quater e nonostante tutto non sono riusciti a saldare le rate entro il 18 dicembre 2023. Costoro, ad oggi, sono decaduti da ogni vantaggio legato alla Rottamazione e sono esposti a pignoramenti. In questo video ti spiego cosa puoi fare adesso per evitare le azioni esecutive come, ad esempio, i pignoramenti del conto corrente.

Non va accantonato anche un altro aspetto: nelle ultime settimane è la stessa Agenzia delle Entrate Riscossione a “suggerirel’applicazione di uno degli istituti presenti nel nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza per gestire e risolvere con il Fisco. Ne abbiamo parlato in questo articolo.

Evitare i Pignoramenti del Conto Corrente, le Situazioni di Debito Non Rottamabili

È importante sottolineare che alcuni debiti non rientravano nella rottamazione quater. Tra questi i carichi affidati all’Agenzia delle Entrate Riscossione dopo il 30 giugno 2022. Per questi debiti, le strategie per evitare i pignoramenti sono differenti.

Ma andiamo per gradi. Una volta decaduti dalla rottamazione quater o in presenza di debiti non rottamati (come ad esempio quelli sopra), i contribuenti possono ricevere intimazioni di pagamento che richiedono il saldo dell’importo dovuto entro cinque giorni. Queste intimazioni possono essere seguite da pignoramenti del conto corrente o dei crediti verso i clienti.

 

Evitare i Pignoramenti del Conto Corrente: le Opzioni Disponibili

La Possibilità di Rateizzazione. La rateizzazione del debito è una delle soluzioni possibili, ma è importante comprendere chi può accedervi. Se il debito originale era già oggetto di una rateizzazione dalla quale si è decaduti, infatti, non è più possibile accedere a un nuovo piano di rateizzazione, salvo l’aver saldato tutto il debito pregresso.

Evitare i Pignoramenti del Conto Corrente… il soccorso della Legge 228

In casi specifici, è possibile utilizzare la legge 228 per fermare o congelare le azioni esecutive o cautelari da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossione. Questa opzione richiede un’attenta valutazione delle proprie condizioni debitorie ad opera di personale esperto e specializzato per non incorrere in problemi futuri e, non in ultimo, in rigetti.

L’Importanza dell’Azione Tempestiva

Agire tempestivamente è cruciale. Ricevere un pignoramento, infatti, può complicare notevolmente la situazione. È consigliabile rispondere rapidamente alle intimazioni di pagamento e, se necessario, cercare assistenza professionale per gestire la situazione nel modo più efficace.

 

Cosa devi assolutamente sapere

Da oltre 20 anni CFI – Crisi fiscale d’impresa aiuta gli imprenditori a risolvere la Crisi Fiscale d’Impresa.

Impugnando il debito maggiore di 500mila euro, grazie al Nuovo Codice della Crisi, è possibile ottenerne l’abbattimento del 70-80% con la possibilità di pagare il restante 20-30% in 4-5 anni.

Ciò grazie agli Accordi di Ristrutturazione dei Debiti e ai Concordati Preventivi con la Transazione Fiscale.

Inoltre, potrai Gestire e Ridurre, fino al 100%, gli atti di Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia). Eliminerai così Inviti a comparire, Avvisi Bonari, Avvisi di Accertamento, Cartelle di Pagamento, Ipoteche e Pignoramenti per importi superiori a 100mila euro. Clicca qui per essere ricontattato in meno di 1 ora.

La soluzione al Debito Fiscale è nella sua Gestione