ContiTU: come modificare il piano di pagamento Rottamazione Quater

articolo a cura di:
Claudia Patrone
Claudia Patrone

pubblicazione:

Contitu

ContiTU: come modificare il piano di pagamento Rottamazione Quater

Il 30 giugno sembra ormai un ricordo lontano, ma prima della scadenza della rata del prossimo 31 ottobre c’è ancora la possibilità di modificare la domanda di rottamazione inviata mesi fa.

Entro il 30 settembre, Agenzia delle Entrate – Riscossione avrebbe dovuto inviare il piano di accoglimento totale o parziale della domanda. Se analizzando lo stesso ti sei reso conto di non voler proseguire con il versamento dell’intero importo dovuto, puoi scegliere di continuare a pagare in forma agevolata solo alcune delle cartelle/avvisi di addebito contenuti nella “Comunicazione delle somme dovute” inviata da Agenzia delle entrate-Riscossione.

Il servizio ContiTu ti consente di richiedere e stampare i moduli di pagamento relativi alle sole cartelle/avvisi che decidi di pagare.

ContiTU: ti basta accedere al seguente link

Compilare i campi obbligatori del codice fiscale, del numero e della data della comunicazione inviata da Agenzia delle entrate Riscossione e un indirizzo mail di riferimento. Una volta compilato il form dovrai selezionare tutte le cartelle/avvisi che intendi pagare, inserendo nell’apposito campo il numero progressivo dei singoli documenti.

Per le sole cartelle/avvisi selezionati, verrà visualizzato l’importo complessivo da pagare e quello relativo alle singole rate. Il numero delle rate resta quello indicato nella domanda di adesione alla “Rottamazione-Quater” presentata.

Completata la procedura, potrai scaricare subito i nuovi moduli di pagamento, che ti saranno trasmessi anche tramite e-mail. I moduli riporteranno l’importo aggiornato non conteggiando quello dovuto per le cartelle/avvisi che hai deciso di eliminare dal piano di pagamento.

Per ciascuna comunicazione delle somme dovute, il piano di pagamento potrà essere modificato fino a un massimo di tre volte.

Le scadenze rimangono invariate, quindi per non decadere dalla definizione agevolata è necessario pagare ciascuna rata regolarmente e integralmente 

Eventuali pagamenti tardivi o parziali verranno considerati come acconto dell’importo complessivamente dovuto a seguito dell’affidamento del carico e non determineranno l’estinzione del carico residuo per il quale l’Agente della riscossione dovrà proseguire l’attività di recupero.

Per tutti i debiti contenuti nella “Comunicazione delle somme dovute” per i quali non si proseguirà con il pagamento delle rate, la “Rottamazione-Quater” non produrrà effetti e l’Agente della riscossione riprenderà le azioni di recupero degli importi con la notifica di atti esecutivi e cautelari.

ContiTu… e oltre: se hai ricevuto anche tu un’intimazione di pagamento, noi possiamo aiutarti. 

Grazie a un Difensore Patrimoniale puoi iniziare a risolvere il tuo debito con il Fisco, se maggiore di 100mila euro.

Da oltre 20 anni aiutiamo gli imprenditori a Risolvere le proprie posizioni debitorie con l’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia).

Grazie al nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza riusciamo ad abbattere, fino ad annullare, avvisi bonari, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche e pignoramenti del Fisco. 

Se il tuo debito fiscale è maggiore di 100mila euro clicca subito qui per essere ricontattato in meno di 1 ora.

Risolvi adesso il debito Fiscale